MINA - la sezione discografia comprende soltanto la discografia ufficiale prodotta da Mina e le compilations non sono, per scelta, comprese.

Mina e le sue mitizzate residenze, volute dai più devoti più o meno segrete, in città, ai monti e al mare, Mina e le case in cima al mondo cantate ad ugola spiegata a metà anni Sessanta e, apparentemente più semplicemente, Mina e le sue case discografiche : tre.



leggi-tutta-intro

chiudi_intro

Tre come i castelli di Eulalia Torricelli, tre come “le cose che piaccono a me” elencate in un motivetto dei bei tempi che furono, tre come per l’entità spirituale per eccellenza, certamente non incomodabile in questa sede, tre come “Tre uomini in barca”, tre come “tre numero perfetto”; anche se poi, in fondo in fondo, sebbene le case discografiche ufficiali di Mina siano tre, sono quattro le etichette alle quali appartiene in quote la sua discografia originale italiana, ovvero i soli dischi che Mina ha scelto di incidere e pubblicare e dei quali ha curato e approvato personalmente la veste grafica.

Tre case e quattro etichette, perché quando Mina, della scuderia Italdisc, accompagnava Baby Gate in sala d’incisione, le fatiche ribelli di questa sua scattante personalità padan-anglofona uscivano sotto l’etichetta, neanche a dirlo, Broadway, etichetta rockettara alternativa della italianissima, come sottolineato dal nome, Italdisc.
Perché due produzioni , Baby Gate e Mina, contemporaneamente? Ma perché, per brevissimo tempo, Mina e collaboratori si misero lì di bel bello a vedere chi avrebbe funzionato meglio tra le due, se Mina o Baby Gate, chiaro!
Chiaro? Più che chiaro, dicotomico, o come da lessico stradale allora ancora da venire, “schizzato un fracco!”; o ancora, più appropriatamente, “chiaramente entusiasta”; come sono entusiasti i ragazzi ai quali importa soltanto che qualcosa a cui tengono, che piace loro fare, funzioni, vada avanti, li trascini, possano continuare a farlo, li renda felici, dati anagrafici o no a parte, pseudonomi o no chisseneimporta, ancora lontani dal pensiero di cosa fare da grandi, in una parola: gioco. E la sua forza.
Lo sappiamo tutti, ormai, il gioco cominciato Broadway diventa Italdisc e come tale si trasforma poco dopo, forse - ahimè per la ragazza scatenata che incoscientemente si divertiva da matti - nella consapevolezza di dover decidere se e come continuare a fare quel qualcosa di molto bello che come semplice gioco dà di quei brividi! di quei brividi! ma non si potrebbe reggere probabilmente più di tanto. Mina saluta Baby Gate, ciao, è stato bello; ma per fortuna il bello continua, e anche tutto il bello che è successo dopo, che si chiami Ri-fi oppure PDU, lo troverete qui.

Lo troverete in una Mina che come solo le grandi sa stabilire il perfetto rapporto musica-parole, scavandole o alleggerendole nel modo più attinente il loro significato e colore, drammatico o surreale che sia; lo troverete in una Mina che si inventa di continuo “altre” voci, “altre”nuove inflessioni, pronunce, che ridefinisce le sue vocali elicoidali, vera miniera, autentico tapis-roulant per gli imitatori… quegli “ei seeei doumaeniii… e souttoulineou seeei…” facilmente registrati come sensibilità all’americanità e, in realtà, vero e proprio istintivo lavoro di ricerca dei suoni; che riaffiora potente un bel po’ dopo, tra l’altro, quella soluzione ritmica del “ne – suuno…ti giuro, ne – suuno…” dei primissimi giorni, e dopo la vocalità moody imborotalcata nelle note di chiusura del “Cielo in una stanza”, del “co-o-o me le stelle il cielo” e il “non vidi muaiii, non vidi muaiii… tanto scintillaaaa – ar” glissato basso e polveroso di “Io amo tu ami”, non così chiaramente recepiti come autentica naturale ricerca di Mina, studio spontaneo della musicalità della propria voce che continuerà, tra molte idee, fino a che si risolverà a metà anni Settanta in quella perfetta dizione e pronuncia musicale da unica esponente del “bel canto” leggero: come lei solamente Frank Sinatra. Ma quanti l’ascoltavano allora non avevano bisogno di teorizzare, a loro andava benissimo, l’avevano lì e la vivevano tutta, senza tante spiegazioni.

Lo troverete qui, tutto quel bello, tra i tantissimi titoli che testimoniano, chiariscono, come Mina sia l’unica interprete al mondo a saper cantare con talento e competenza straordinari tutti i generi musicali. Nella sua discografia, qui raccolta anche per titoli in ordine cronologico, dalla prima incisione alle recentissime incluse in “Dalla terra”, è compreso ogni stile musicale: dal meglio del pop al rock, dalle ballad jazz a quella bossa nova che lei, giovanissima, introdusse per prima in Italia, e poi canzoni funk, i migliori autori napoletani di ogni epoca, il folk, valzer, tanghi, flamenco e… gregoriani. E tutti quelli che verranno.

Nella discografia non abbiamo inserito volutamente le decine di “ricompilati” realizzati con il materiale preso dai dischi antecedenti la produzione PDU-GSU perché queste compilation non sono state curate e approvate da Mina personalmente.
Di contro, teniamo a farvi sapere che stiamo procedendo a collezionare le discografie estere di pari passo con l’aggiornamento e ampliamento costante della sezione “discografia italiana”.
Nel frattempo ci ritroveremo là dove ci porterà il cuore, un posto facile “Facile” da trovare. Per conoscere la direzione giusta basterà baciarci l’indice e alzarlo per aria: il lato sul quale sentiremo pulsare, intermittente, il tam tam dei nostri battiti, delle emozioni che “Mina” ci porta, ecco, quella sarà la direzione da seguire. E la strada sulla quale ci ritroveremo. Ciao.

di Lele Cerri ©


chiudi_intro








2014
Selfie Mina

2013
Christmas Song Book

2012
"12" (american song book)

2011
Piccolino

2010
PICCOLA STRENNA

2010
Caramella

2009
Facile

2009
SULLA TUA BOCCA LO DIRÒ

2007
Todavía

2006
BAU

2006
The Platinum Collection 2

2005
L'allieva

2005
Bula Bula

2003
Napoli primo, secondo e terzo estratto

2003
Napoli Secondo Estratto

2002
Veleno

2001
Sconcerto

2000
Dalla Terra

2000
Mina per Wind

1999
Mina n°0

1999
Olio

1998
Mina Celentano - Buon Natale

1998
Mina Celentano

1997
Leggera

1996
Napoli

1996
Cremona

1995
Pappa di latte vol. 1

1995
Pappa di latte vol. 2

1994
Canarino mannaro vol. 1

1994
Canarino mannaro vol. 2

1993
Lochness vol. 1-2

1993
Mina canta i Beatles

1992
Sorelle Lumiere

1991
Caterpillar vol.1/2

1990
Ti conosco mascherina

1989
Uiallalla vol. 1-2

1988
Ridi pagliaccio vol. 1-2

1987
Rane supreme vol. 2

1987
Rane supreme vol. 1

1986
Si, buana vol. 1

1986
Si, buana vol. 2

1985
Finalmente ho conosciuto il conte dracula

1984
Catene vol. 1

1984
Catene vol. 2

1983
Mina 25 vol. 1

1983
Mina 25 vol. 2

1982
Italiana vol. 1

1982
Italiana vol. 2

1981
Salomè vol. 1

1981
Salomè vol. 2

1980
Kyrie vol. 1

1980
Kyrie vol. 2

1979
Attila vol. 1

1979
Attila vol. 2

1978
Mina live '78

1977
Mina con Bignè

1977
Mina quasi Jannacci

1976
Plurale

1976
Singolare

1975
Minacantalucio

1975
La mina

1974
Baby gate

1974
Mina®

1973
Amanti di valore

1973
Frutta e verdura

1973
Piccola storia della canzone italiana

1972
Altro 1+1

1972
Dalla Bussola 1+1

1972
Cinquemilaquarantatre

1971
Mina (1971)

1970
Quando tu mi spiavi in cima a un batticuore

1970
Mina canta o Brasil

1969
Bugiardo più che mai...più incosciente che mai...

1969
Mina for you

1969
I discorsi

1968
Canzonissima '68

1968
Le più belle canzoni italiane interpretate da Mina

1968
MINA (EP)

1968
Mina alla bussola dal vivo

1967
Dedicato a mio padre

1967
4 anni di successi

1967
Sabato sera - Studio Uno '67

1966
Mina 2

1966
Studio Uno 66

1966
Mina Canta Napoli

1965
Mina & Gaber Un'ora con loro

1965
Mina interpretata da Mina

1965
Studio uno

1964
Mina n.7

1964
Mina (1964)

1964
20 successi di Mina

1963
Stessa spiaggia stesso mare

1962
Renato

1962
Moliendo cafè

1961
Due note

1960
Il cielo in una stanza

1960
Tintarella di luna


Todavía

Anno: 2007
Casa discografica: PDU
Distribuzione: Sony
Tracklist

1. Grande Amor
2. Vuela por mi vida
3. Un año de amor
4. Llévate ahora
5. Cuestión de feeling
6. Corazón felino
7. Uvas Maduras
8. Valsinha
9. Nieve
10. Agua y sal
11. No sé si eres tú
12. Parole parole
13. Sin Piedad



Share on Facebook

Video


Ringraziamenti

MIGUEL BOSÉ, por cortesía de Warner Music Benelux B.V.


DIEGO TORRES, por cortesía de Sony BMG Music Entertainment

Argentina S.A. DIEGO "EL CIGALA", por cortesía de Sony BMG Music
Entertainment España JOAN MANUEL SERRAT, 
por cortesía de Sony BMG Music Entertainment España CHICO  BUARQUE,  por cortesía de Biscoito Fino

 

TIZIANO  FERRO,
por cortesía de Nisa S.r.l.




Valsinha. Scelta da Chico Buarque de Hollanda, che la canta con Mina.
Di “Valsinha”, scritta nel 1971 da Vinicius de Moraes, esiste un testo italiano firmato da Sergio
Bardotti.

Mina ha cantato per la prima volta una canzone di Chico Buarque nel 1967: era “La banda”,
versione italiana, su testo di Antonio Amurri, di “A banda”. Poi il brano, cantato in lingua originale
da Mina, è stato pubblicato in “Mina canta o Brasil”, 1970. Altre canzoni di Chico Buarque de
Hollanda incise da Mina sono “C’è più samba” (sia nella versione italiana, con testo di Bruno Lauzi
“nascosto” sotto lo pseudonimo di Playboy, inclusa in “Mina alla Bussola dal vivo”, 1968, sia nella
versione in lingua originale, “Tem mais samba”, inclusa in “Mina canta o Brasil”, 1970); “Com
açucar com afeto” (due esecuzioni diverse, entrambe in lingua originale, incluse rispettivamente in
“Bugiardo più che mai... più incosciente che mai..., 1969, e in “Mina canta o Brasil”, 1970); “Que
serà”, dal film del 1976 “Dona Flor e i suoi due mariti”, inclusa in “Italiana vol. 1”, 1982; “Ma chi è
cosa fa” (testo italiano, di Giorgio Calabrese, di “Partido alto” – lo stesso Calabrese ne aveva in
precedenza firmata un’altra versione intitolata “Canto di ringraziamento”), inclusa in “Ti conosco
mascherina”, 1990; e “Joana Francesa”, inclusa in “Lochness”, 1993.

Sin piedad. Scelta da Joan Manuel Serrat, che l’ha scritta nel 2002 e in “Todavia” la canta con
Mina.
Di Serrat, Mina aveva già cantato “Bugiardo e incosciente” (in “Bugiardo più che mai...più
incosciente che mai...”, 1969: testo italiano di Paolo Limiti di “La tieta”), “Ballata d'autunno” (testo
italiano, ancora di Limiti, di “Balada de otono”), inclusa in “Altro 1+1”. 1972) e “Ahi mi' amor”
(testo italiano, sempre di Limiti, di “Romance de Curro El Palmo), inclusa in “Mina 25 vol. 2”,
1983.

* Gli altri duettanti.


Miguel Bosè (“Agua y sal”). Le strade del figlio di Lucia Bosè e del torero spagnolo Luis Miguel
Dominguin, e figlioccio di Pablo Picasso (a proposito, c’è un omaggio a Picasso nelle immagini del
libretto di “Todavia”...) si sono già incrociate in passato. In “Tacchi a spillo”, il film di Pedro
Almodóvar del 1991, Miguel Bosè en travesti mima in playback “Un año de amor”, nell’esecuzione
di Luz Casal con testo firmato dallo stesso Almodóvar. Qualche anno fa si era ipotizzato un duetto
Mina-Bosè (poi non realizzato) per la canzone “Hoy”. “Agua y sal” è stata inclusa anche in
“Papito”, l’ultimo album di Bosè.

Diego “El Cigala” (“Un año de amor”). Diego Jiménez Salazar, nato a Madrid 1968 in una
famiglia di artisti, ha cominciato giovanissimo a cantare sotto la guida di Camaron de la Isla, il
maestro assoluto del duende. Ribattezzato El Cigala dal suo maestro, ha inciso il suo primo disco
nel 1994, ha fuso flamenco e bolero in un album con Bebo Valdés, ed è oggi considerato uno dei
maggiori interpreti del flamenco tradizionale.

Tiziano Ferro (“Cuestión de feeling”). E’ stato proposto come duettante dai messicani, nel cui
Paese il cantante italiano gode di una enorme popolarità. Il testo interpretato da Tiziano con Mina è
lo stesso della versione in spagnolo di “Questione di feeling” realizzata da Riccardo Cocciante con
Melissa nel 1986, ed è stato firmato da L. Gómez Escolar.

Diego Torres (“Corazón felino”). Diego Antonio Caccia Torres, nato a Buenos Aires nel 1971, è
figlio della popolare cantante argentina Lolita Torres. Ha debuttato discograficamente da solista nel
1992, e nel 1994, con "Tratar de Estar Mejor" ha conquistato una vastissima popolarità; anche
attore, ha esordito al cinema con "La furia", diretto da Juan Bautista Stagnaro nel 1997.

Javier Zanetti (“Parole parole”). Il calciatore argentino, amatissimo in patria quanto in Italia, è
l’inatteso partner di Mina nella rilettura del grande classico che nel 1964 Mina incise con Alberto
Lupo. Il testo del loro duetto in “Todavia” è quello di “Palabras, palabras” (di A. Guijarro - A.
Alpin) cantato da Carmen Sevilla e Francisco Rabal nel 1973, non quello della recente reincisione
del duo Pimpinela (2004).


* A proposito...

Fra le canzoni di “Todavia”, soltanto di “Un anno d’amore” Mina aveva già inciso a suo tempo una
versione spagnola. Avvenne nel 1965, e il disco uscì solo nel mercato sudamericano (in un secondo
tempo venne distribuito anche in Spagna, dove la canzone era stata inizialmente commercializzata
in versione originale italiana). Il testo del duetto con Diego “El Cigala” incluso in “Todavia” non è,
però, quello cantato da Mina in “Un año de amor” versione 1965, ma quello rielaborato da Pedro
Almodóvar per Luz Casal (vedi alla voce “Miguel Bosé”).

“Ho duettato con Mina!”


Miguel Bosè:

“Penso di amare Mina da quando ho l’uso della ragione e per di più ciecamente, in modo
incondizionato. Parlare delle sue doti vocali è superfluo, tutti noi le conosciamo bene. Ma al di là
della sua voce unica, eccezionale, che ha osato ogni cosa, dal pop al jazz, dalle ballate alla dance,
Mina è stata per le donne il simbolo di una rivoluzione generale. Audace, trasgressiva, potente,
coraggiosa, sfacciata, innovatrice, capricciosa, radicale... sono solo alcuni degli aggettivi coi quali
potrei definirla. E’ stata, tra le altre cose, la prima a depilarsi le sopracciglia, a truccarsi in stile
circense, a cantare storpiando l’italiano. Lei continua ad essere, in assoluto, “la grande diva” e temo
anche l’ultima della sua specie. E ovviamente quando “l’imperatrice” mi ha invitato a cantare
insieme a lei, sono accorso immediatamente, come farebbe un servo, perché un tale onore lei lo
riserva solo ad alcuni, molto pochi, e lo concede molto raramente. Grazie Mina, forse un giorno
capirai...”

Tiziano Ferro :

“Conoscere Mina credo sia una delle aspirazioni massime di ogni amante della musica italiana,
collaborare con lei un’esperienza unica ed altamente formativa. Sono onorato abbia pensato anche a
me all’interno di un progetto importante di grande respiro internazionale. “Questione di feeling” è
uno dei brani che preferisco del repertorio di Mina, ho avuto la fortuna di poterlo scegliere
liberamente. Il primo ostacolo mentale da superare è stata l’idea di donare un’impronta tutta mia al
brano, senza temere il confronto con la storica interpretazione di Cocciante. La registrazione è stata
veloce e toccante, un’esperienza memorabile.”

Javier Zanetti:

“Mai avrei pensato di essere parte di un progetto cosi importante. Sono un appassionato di musica
ed essere presente con i migliori per me significa realizzare un sogno. E’ troppo. Mi sento un
privilegiato...”MIGUEL BOSÉ, por cortesía de Warner Music Benelux B.V.
DIEGO TORRES, por cortesía de Sony BMG Music Entertainment Argentina S.A.
DIEGO "EL CIGALA", por cortesía de Sony BMG Music Entertainment España
JOAN MANUEL SERRAT, por cortesía de Sony BMG Music Entertainment España
CHICO BUARQUE, por cortesía de Biscoito Fino
TIZIANO FERRO, por cortesía de Nisa S.r.l.



Note


* Le canzoni: da dove vengono



Grande amor (Grande amore): da “Olio”, 1999

Vuela por mi vida (Volami nel cuore): da Cremona”, 1996

Un año de amor (Un anno d’amore): da “Studio Uno”, 1965

Llevate ahora (Portati via): da “Bula Bula”, 2005

Cuestion de feeling (Questione di feeling): da “Finalmente ho conosciuto il
Conte Dracula”, 1985

Corazon felino (Brivido felino): da “Mina Celentano”, 1998

Uvas maduras (Succhiando l’uva) da “Veleno”, 2002

Nieve (Neve): da “Sorelle Lumière”, 1992

Agua y sal (Acqua e sale): da Mina Celentano, 1998

No se si eres tu (Sei o non sei). da “Bula Bula”, 2005

Parole parole (Parole parole): da “Cinquemilaquarantatrè”, 1972

Como estas? (Come stai?): da “Sorelle Lumière”, 1992

Tranne Llévate Ahora, Uvas Maduras e No sé si eres tu, tutti i brani sono stati
riarrangiati e risuonati.

* I due inediti.

Valsinha (Chico Buarque De  Hollanda)

Sin piedad (Joan Manuel Serrat)




Lato A
1. GRANDE AMOR  4:37
(Giulia Fasolino) Adaptación al español: Samuele Cerri
Ed.: Cambiomusica/GSU Edizioni Musicali s.a.
Arreglos, programación y teclados: Nicolò Fragile
Programación adicional: Nicola Fanari
Batería: Lele Melotti - Bajo: Lorenzo Poli
Guitarras: Luca Meneghello - Técnico de grabación: Davide Pagano

Baterías grabadas por Carlo Miori
Grabación voz y mezcla: Celeste Frigo

2. VUELA POR  MI VIDA 3:26 (Alberto Testa - Manrico Mologni, Gualtiero Malgoni) Adaptación al español: Mila OrtizEd.: Edizioni Southern Music/GSU Edizioni Musicali s.a.
Arreglos, programación y teclados: Nicolò Fragile
Programación adicional: Nicola Fanari
Batería: Lele Melotti - Bajo: Lorenzo Poli - Guitarras: Luca Meneghello
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Técnico de grabación: Davide Pagano - Baterías grabadas por Carlo Miori
Grabación voz y mezcla: Celeste Frigo

3. UN AÑO DE AMOR  4:45
(M. Ferrer - G.Verlor) Adaptación al español: Pedro Almodóvar
Ed.: Paul Beuscher Leonardi Italie Srl
DÚO CON  DIEGO “EL CIGALA”
Piano: Jaime Calabuch Asensio - Cajón:Yelsy Heredia Figueras
Bajo: Sabú Juárez Escobar - Guitarra: Diego Moreno Jiménez
Técnico de grabación: Álvaro Mata García - Mezcla: Ignazio Morviducci

4. LLÉVATE AHORA 3:56 (Stefano Borgia) Adaptación al español: Mila Ortiz
Ed.: GSU Edizioni Musicali s.a. Arreglos: Massimiliano Pani - Programación: Roberto Vernetti
Programación adicional y teclados: Nicolò Fragile
Bajo: Faso - Guitarras: Luca Meneghello
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Voz grabada por Celeste Frigo - Guitarras grabadas por Carmine Di
Bajo grabado por Davide Pagano
Técnico de grabación y mezcla: Ignazio Morviducci

5. CUESTIÓN  DE FEELING 4:56
(Mogol - Riccardo Cocciante) Adaptación al español: Luis Gómez-Escolar
Ed.: Boventoon - L’altra metà
DÚO CON TIZIANO FERRO
Arreglos: Massimiliano Pani - Programación y teclados: UgoBongianni -
Batería: Lele Melott
Bajo: Lorenzo Poli - Guitarras: Luca Meneghello -
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Cuerdas escritas y dirigidas por Gabriele Comeglio - Técnico de grabación: Davide Pagano
Baterías grabadas por Carlo Miori - Voces grabadas por Ignazio Morviducci, Giuseppe Salvadori y Celeste Frigo
Cuerdas grabadas por Gabriele Kamm - Mezcla: Celeste Frigo

6. CORAZÓN FELINO  3:44
(Stefano Cenci - Paolo Audino) Adaptación al español: Mila Ortiz
Ed.: Lunapark/RTI  music/GSU Edizioni Musicali s.a.
DÚO CON  DIEGOTORRES
Arreglos: Massimiliano Pani y Nicolò Fragile - Programación teclados: Nicolò Fragile
Programación adicional: Nicola Fanari - Batería: Lele Melotti - Bajo: Lorenzo Poli - Guitarras: Luca Meneghello
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani -Técnico de grabación: Davide Pagano
Baterías grabadas por Carlo Miori - Voz y mezcla: Celeste Frigo

7. UVAS MADURAS 4:09
(Adelmo Fornaciari - Matteo Saggese, Mino Vergnaghi) Adaptación al español: Mila Ortiz -
Ed.: Universal Music Italia Srl - Zucchero & Fornaciari Music Srl/Reverb Music Ltd - Curci - Srl - GSU SA
Arreglos, programación y teclados: Massimiliano Pani y Nicolò Fragile
Batería: Alfredo Golino - Guitarras: Giorgio Cocilovo - Hammond: Nicolò Fragile
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Técnico de grabación y mezcla: Ignazio Morviducci - Voz grabada por Celeste Frigo

Lato B



1. VALSINHA 2:50
(Vinicius de Moraes - Chico Buarque) -
Ed.: Cara Nova Editora Musical Ltd.

DÚO CON CHICO  BUARQUE
Arreglos y dirección de orquesta: Gianni Ferrio
Violín primero: Anthony Flint
Violines: Fabio Arnaboldi, Mala Arnaboldi Valbona, Gabriele Baffero, Christa Bohny, Barbara Cinnamea, Anna Francesio, Duilio Galfetti, Gao Chun He, Anthony Gjezi, Susanne Holm, Carlo Lazzaroni, Martina Mazzon, Alessandro Milani, Petja Nikiforoff, Yoko Paetsch, Irina Roukavitsina, Cristina Tavazzi, Keiko Yamaguchi, Mikako Yamashita,Walter Zagato.Violas: Gustavo Fioravanti, Nathalie Gazelle, Giampaolo Guatteri, Antonio Leofreddi, Matthias Müller, Aurelie Sauvêtre
Cellos: Johann Paetsch, Ivaylo Deskalov, Marco Decimo, Jennifer Flint, Felix Vogelsang,Taisuke Yamashita
Contrabajo: Paolo Badini, Enrico Fagone, Ermanno Ferrari, Massimo Moriconi
Técnico de grabación: Gabriele Kamm - Asistente a la grabación: Paolo Demartini
Grabación voz y mezcla: Celeste Frigo


2. NIEVE 5'18"
(Audio2: Giovanni Donzelli, Vincenzo Leomporro) Adapatación al español: Mila Ortiz
Ed.: GSU Edizioni Musicali s.a.
Arreglos, programación y teclados: Nicolò Fragile
Programación adicional: Nicola fanari
batería: lele Melotti, Bajo: Lorenzo Poli, Guitarras: Luca Neneghello
Coros: Giulia fasolino, Stefania martin, Massimiliano pani
Saxo soprano: Gabriele Comeglio
Técnico de grabación: davide pagano
Baterías grabadas por Carlo Miori
Grabación saxo: Ignazio Morviducci
Grabación voz y mescla: Celeste Frigo


3. AGUA Y SAL 4:41
(Audio 2: Giovanni Donzelli,Vincenzo Leomporro) Adaptación al español:Samuele Cerri
Ed.: Lunapark/RTI music/GSU Edizioni Musicali s.a.
DÚO CON  MIGUEL BOSÉ
Arreglos:Massimiliano Pani y Nicolò Fragile -
Programación teclados: Nicolò Fragile
Programación adicional: Nicola Fanari - Batería: Lele Melotti - Bajo: Lorenzo Poli
Guitarras: Luca Meneghello - Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Técnico de grabación: Davide Pagano - Baterías grabadas por Carlo Miori
Grabación voz Mina: Celeste Frigo
Grabación voz Miguel Bosé: Fernando Orti -
Mezcla: Ignazio Morviducci


4. NO SÉ SI ERES TÚ 3.49
(Valentno Alfano - Piero cassano - Massimiliano Pani) Adaptación al espoañol: Mila Ortiz
Ed.: Unalira/GSU Edizioni Musicali s.a.
Arreglo y programación: Massimiliano Pani y Nicolò Fragile -
Teclados: Nicolò Fragile Guitarras: Luca Meneghello - Bajo: Faso -
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani
Técnico de grabación y mezcla:Ignazio Morviducci
Voz grabada por Celeste Frigo -
Guitarras, coros y bajo grabados por Davide Pagano

5. PAROLE PAROLE  4:05
(L. Chiosso - G. Del Re - G. Ferrio) - Adaptación al español: A.Guijarro - A. Alpin
Ed.: Music Union/Curci
DÚO CON  JAVIER ZANETTI
Arreglos rítmicos: Massimiliano Pani y Nicolò Fragile -
Arreglo de cuerdas y flautas: Gianni Ferrio Dirección de orquesta y flautas:
Gabriele Comeglio - Teclados: Nicolò Fragile y Nicola Fanari Bajo: Lorenzo Poli
- Guitarras: Luca Meneghello - Técnico de grabación: Davide Pagano Baterías
grabadas por Carlo Miori - Cuerdas y flautas grabadas por Gabriele Kamm
Grabación voz Mina y mezcla: Celeste Frigo - Grabación voz
Javier Zanetti: Davide Pagano y Giuseppe Salvadori

6. SIN PIEDAD 5:10
(Joan Manuel Serrat) Ed.: Taller 83
DÚO CON  JOAN MANUEL SERRAT
Arreglos, programación y teclados: Ugo Bongianni
Batería:Lele Melotti - Bajo: Lorenzo Poli Guitarras: Luca Meneghello
Baterías grabadas por Carlo Miori
Grabación voz Mina: Celeste Frigo
Grabación voz Joan Manuel Serrat: Francisco Javier Ramírez
Técnico de grabación y mezcla: Celeste Frigo

7. ¿CÓMO ESTÁS? 4:36
(Giorgio Calabrese, Massimiliano Pani, Claudia Ferrandi - Massimiliano Pani) Adaptación al español: Samuele Cerri
Ed.: Unalira/Euroteam/GSU  Edizioni Musicali s.a.
Arreglo: Massimiliano Pani -
Programación y teclados: Ugo Bongianni -
Batería: Lele Melotti
Bajo: Lorenzo Poli - Guitarras: Luca Meneghello
Coros: Giulia Fasolino, Stefania Martin, Massimiliano Pani -
Técnico de grabación: Davide Pagano
Baterías grabadas por Carlo Miori -
Grabación voz y mezcla: Celeste Frigo

(P) 2007 - (C) 2009 GSU  SA Distr ibuted by SONY MUSIC ENTERTAINMENT.




All trademarks 
and logos are protected. Made in the EU.88697147251



PRODUCCIÓN: MASSIMILIANO PANI            www.minamazzini.com